Post scriptum

Scrivere a mano migliora la nostra “memoria corporea”, permette di sentire carta e penna, di dirigere il movimento della mano con il pensiero. Consente una libertà grafica maggiore della tastiera, di migliorare la calligrafia e di conservare le cancellazioni – nel bene e nel male. I bambini, scrivendo a mano, imparano di più e meglio.

Per gli scienziati il motivo è chiaro: chi lavora su carta riformula le informazioni mentre prende appunti, il che richiede loro un processo preliminare di sintesi e comprensione; al contrario, coloro che lavorano su una tastiera tendono a prendere molte note, a volte anche facendo una trascrizione letterale, ma evitavano quella che è nota come “difficoltà desiderabile

Adoro la mia tastiera meccanica, digito velocemente e picchiarci le dita è pura goduria, ma prendo appunti con carta e penna. Se stilografica, meglio. La scrittura a mano libera offre molti più benefici.